Breve racconto, poesia

In un istante

Il mare immenso e immobile
davanti a me
sotto un cielo meravigliosamente grigio
formatosi improvvisamente
come per aiutarmi a guardar lontano
tra le due linee di mare e di nuvole piatte.
Voli di gabbiani
e tracce d’azzurro
accompagnano sagome di navi in viaggio
mentre qualche singolo raggio di sole
buca il grigio per toccare il mare,
e qui,
proprio accanto a me
ho avuto come la sensazione
che Dio fosse venuto per assaggiare un frutto estivo
guardando quello che guardavo anch’io.
Io non ho guardato nella sua direzione e nemmeno Lui nella mia.
Non è stato necessario.
Io stesso ho avuto la dimensione di ciò che vedevo.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...