Uncategorized

La Chiesa lontana

Vorrei una Chiesa, in un luogo lontano, nascosto. Per poterla trovare si dovrebbero prima studiare tutte le religioni del mondo, tutti i testi sacri e tutta la filosofia dell’uomo. Si dovrebbero leggere tutte le poesie, conoscere la scienza, la medicina, la matematica, la tecnica, divorando ogni sapere soltanto per poter conoscere come raggiungere quel piccolo tempio nascosto, in quel luogo sconosciuto.
Per raggiungerlo si dovrebbero conoscere la musica ed essersi esercitati ad annusare ogni profumo ad occhi chiusi, riuscendo a riconoscere ogni essenza, ogni sfumatura, e dopo aver fatto tutto questo si dovrebbe imparare ad andar per mare, camminare e dormire nei deserti, nei boschi ed in alta quota. Si dovrebbe imparare ad amare. Alla fine di questo percorso si potrebbe raggiungere quel luogo segreto, dove poter entrare nell’unica Chiesa, che immagino semplice, fatta di legno d’acero, lana di agnello, cotone candido, seta, foglie e fiori e con una scritta all’ingresso: La casa di Dio.
Entrando, immagino una fitta penombra ed una stretta fessura che per infilarsi dentro bisognerebbe faticare come lo abbiamo fatto quando siamo venuti al mondo. Una volta dentro ci sarà solo il buio, l’erba fresca e la nuda terra sotto i piedi nudi. Saremo soli e sentiremo profumi, in un luogo senza dimensioni su cui contare ed un solo punto luminoso, posto in alto, lontano, inavvicinabile come i riflessi del sole sul mare, come l’orizzonte sulla terra. Lì, in quel luogo, non ci saranno istruzioni, solo buio e tempo e la possibilità di attraversare nuovamente l’ingresso stretto per tornare fuori. Uscendo, immagino la frustrazione, la delusione e la voglia di riprovarci ancora. Un giorno, con l’anima in pace qualcuno troverà un passaggio. Superato quel passaggio ci sarà un ambiente fatto di luce accecante, senza riferimenti, un nulla superiore al precedente, dove ti potrai spostare camminando per ore, per giorni, per anni senza mai approdare a niente, in cui sarà facile impazzire o mollare tutto uscendo di lì svuotati, disillusi, nichilisti estremi Qualcuno deciderà di fermarsi in quella luce desiderando di morire.
Qualcuno, vedrà se stesso in quella luce e tutto sarà compiuto.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...