Uncategorized

Mary Elizabeth Frye

“Non restare davanti alla mia tomba a piangere,
io non sono lì, non dormo.
Ora sono i mille venti che soffiano.
Sono i riflessi scintillanti sulla neve.
Sono la luce del sole che fa mutare il grano.
Sono la dolce pioggia dell’autunno.

Quando ti svegli nella pace del mattino,
sono il rapido movimento
degli uccelli che volteggiano in cerchio nel cielo.
Sono le dolci stelle che brillano nella notte.
Non restare davanti alla mia tomba a piangere:
io non sono lì, sono dappertutto; vivo…”

Mary Elizabeth Frye

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...