poesia

l’Asia e Rocco

Tutto è accaduto in fretta
l’Asia ancora lo aspetta

ha capito che non torna

ma, resta lì, sperando che dorma.


Ha guardato allontanarsi quell’ultimo respiro

che cercherà sempre in giro
È accaduto troppo in fretta

un’improvvisa funesta disdetta


Rimasta vicina alle sue suole

su Asia splendeva il sole

Dove lui ora riposa

si accuccia premurosa


-mentre il vento parlava dolcemente,

e in egual modo, tanto alle quercie, quanto al più piccolo filo d’erba,

quella scena d’addio

s’impresse persino nella silenziosa memoria di Dio-


Salta, abbaia e fa la festa

ma le manca la sua mano sulla testa.

L’odore c’è, lo ricorda

n’è rimasto un po’ sulla sua corda.


La stagione cambierà

cadrà anche la pioggia

su questo misterioso viaggio

del suo grande amico saggio


In casa fissa l’amarezza

mentre un’altra dolce mano l’accarezza

non ci sarà più il suo tocco

il suo amore era il nostro immenso…

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...