poesia

Nuove dimensioni

Parole semplici scritte su fogli di carta

in raccolte eleganti

Sui muri del centro città.
Parole che fermano il tempo

lo dilatano

regalando bellezza

nei cuori dei fratelli.
Lette sotto alle bende dei ciechi

in bella mostra all’interno dei coperchi delle bare dei morti

scritte a penna blu sul seno delle mamme dei lattanti

nei libri rari dei cercatori che cercano nella luce quello che li porterà nella notte oscura.
È tutto vano quel che so

è vano ciò che valgo

è tenero il primo latte; molto amaro lasciare il rifugio.

Un’improvvisa nuova dimensione.
Acqua che lava dall’alto

Fuoco che scalda, asciuga, brucia, trasforma.

Si resta increduli,

chiedi di poter essere in confidenza con l’amore
Si ricomincia con un foglio bianco

un vuoto da riempire

in ascolto, in silenzio, con fede

In luoghi inesplorati al di là della notte.

Standard
poesia

Isola

Non scambierei i miei tormenti

per una felicità senza cammino
tengo il mio cuore segnato
in quest’isola solitaria
dove partono navi che mai ritorneranno
resto sotto al cielo
sferzato dal vento
immerso in un oceano irrequieto.
Ogni uomo è un’isola
dove attraccano amori e rumori
sogni e pensieri.
Isola che sa innamorarsi del mare
e del cielo ma non sa spiegarlo a nessuno.
Standard